06 marzo 2009

Eva su Playboy Italia marzo 2009

free image host free image host free image host free image host free image host free image host free image host free image host free image host free image host free image host free image host free image host

Etichette:

10 Comments:

Blogger alxxx said...

foto fatte (al giornale) al volo ... scusate la qualita', Alan Gelati si lamentera' della qualita', ma Eva merita di avere l'editoriale completo visibile al mondo al piu' presto possibile :)
ci rifaremo con gli extra in futuro ;)

venerdì 6 marzo 2009 08:41:00 GMT+1  
Blogger Mike said...

Thanks alxxx! I have no time right now, but I'm glad you guys were quickly on this :) I'm sure it was lavoro duro.

venerdì 6 marzo 2009 19:35:00 GMT+1  
Blogger Dr.manatthan said...

Perdonatemi se intervengo. Ma intendo protestare vivamente contro queste foto scandalose e un po' volgari che i nostri bambini possono purtroppo tranquillamente vedere sui cartonati delle edicole. Le foto della modella Eva campeggiano in bella mostra vicino alle ediole di tutte le città e lunedì scorso sono state la causa di una crisi di pianto del mio bambino di 7 anni, Amedeo Maria. Ora non me la prendo certo con la gentile modella che grazie a questi "nudi artistici" raggranella palate di euro, ma ce l'ho proprio con questa società dello spettacolo che come direbbe Guy Deboard "sta vendendo l'anima dei suoi figli migliori per rialimentare se stessa". Immagino che in questo antro internettiano dedicato all dea gnocca, tali citazioni colte non riscuotano grande successo, quindi traduco: stiamo rovinando anche i bambini per fare soldi col sesso. E' un mercimonio vile e amorale. Mio figlio è rimasto sconvolto dalle foto che ritraggono la biondocrinita modella con un frustino in mano, scontato clichè sadomaso, e da quelle che evidenziano il suo posteriore ben modellato. Tutto ciò era visibile per strada, come se fosse stato organizzato un museo del sesso a cielo aperto. Vergogna edicolanti e vergognati anche tu, direttore della rivista "playboy".tra l'altro faccio parte di una associazione di genitori chiamata "il buon camillo" che ha monitorato tutti i giornalai della mia città dal giorno dell'uscita della rivista e sono state rilevate 7 crisi di pianto improvviso da parte di 7 bimbi diversi. Tirate voi le conlcusioni. Naturalmente non è mia intenzione offendere nessuno e trovo che la modella Eva sia graziosa: vi prego di non fraintendermi.

mercoledì 11 marzo 2009 14:56:00 GMT+1  
Blogger alxxx said...

nessun fraintendimento ... anche se il tuo post puzza di trollata pazzesca ti rispondo comunque (invece di cancellarti come spam, perchè io ci tengo alla libertà di espressione) ... libero di pensare ciò che vuoi, pero' fosse vero ciò che dici (ma chi ci crede?), perder tempo a trovare il blog di Eva e postarci su ... io correrei dallo psichiatra ad analizzarmi e a far analizzare il mio bambino + gli altri 7 che millanti di aver "contato" piangere di fronte alla visione di una copertina di una rivista regolarmente registrata in tribunale come rivista _NON_ vietata ai minori (al contrario della prima edizione di Playboy) il comune senso del pudore è cambiato in Italia e nel mondo, evidentemente non per tutti ... avessi detto che tuo figlio ha avuto un erezione potrei pure far finta di crederci ma piangere è ridicolo ...

mercoledì 11 marzo 2009 16:00:00 GMT+1  
Blogger Dr.manatthan said...

Ti ringrazio per la risposta, ma la mia è una polemica assolutamente benigna che percorre la strada del buon senso. Non ti sembra di essere andato un po' oltre augurando una gita dallo strizzacervelli a 7 bimbi e addirittura dicendo che mio figlio avrebbe dovuto avere un'erezione di fronte a quelle foto sexy? Faccio finta di non aver letto...

Non ho bisogno di essere analizzato, perchè analizzo io stesso questa società e noto che si è purtroppo incancrenita, ha venduto ogni rimasuglio di coscienza morale al dio denaro, ed è organizzata da sacerdoti del sesso, villani e rozzi, che stanno allargando sempre di più il buco del baratro, qual solerti muratori. Non so come la pensi tu al rigurado, ma questa è la mia sconsolata opionione

Ora le foto della Riccobono, che è donna intelligente e di spessore culturale buono( considerata la sua professione), sono secondo me profondamente offensive e ti prego di credermi, non lo dico per un rigetto di moralismo bigotto. Veramente ritengo che questa cultura da sexy shop permanente stia sgretolando le nostre certezze.
A proposito di uno dei 7 bambini che è scoppiato in lacrime di fronte a quelle foto: ti parlo di Angelica, una bimba di 8 anni, che vedendo il frustino di Eva ha subito richianato alla mente il suo pony morto 2 mesi fa ed ha cominciato a piangere. Perchè lei ha cavalcato quello sfortunato cavallino vestita da cavallerizza un paio di volte. Ecco, quelle immagini feriscono nel profondo, non solo perchè evocano orge furibonde, ma anche perchè risvegliano paure ancestrali e drammi privati. Scusami per la prolissità.

mercoledì 11 marzo 2009 16:55:00 GMT+1  
Blogger alxxx said...

diamo biada agli equini e parole (senza senso) ai troll ... da come scrivi sembrerebbe indispensabile vietare la pubblicazione di foto di frustini in quanto alle bimbe a cui muoiono i cavalli può scappare la lacrima ... che una bimba piange perchè gli muore una animale è naturale ... gli eventi che descrivi sono surreali.

mercoledì 11 marzo 2009 17:33:00 GMT+1  
Blogger Dr.manatthan said...

Spiace constatare che su questi lidi non è di casa la buona educazione. Sono stato chiamato equino e troll...Vabbè.

Ricordo anche che la Riccobono non è nuova a queste incursioni nel mondo della perversione se è vero che si vantò, tempo fa, di aver avuto rapporti sessuali con una donna.Questa probabilmente è solo una trovata pubblicitaria, ma ci rendiamo conto che messaggi devastanti stiamo inviando alle nuove generazioni? E poi ci meravigliamo dei ragazzini che molestano le prof in classe e filmano le loro "eroiche" gesta col cellulare.


Due paroline me le consentirete sul playboy, questo atroce monumento ai tempi che viviamo. Playboy negli anni 60-70 riusciì anche a ritagliarsi una nobile funzione, perchè era il mensile più letto dai soldati americani di stanza in Vietnam . i soldati venivano rinfrancati nello spirito nel vedere belle ragazze seminude che occhieggiavano dalle pagine della rivista. Non di rado le conigliette venivano portate nelle basi militari di Saigon o Hanoi per fare piccoli show che tirassero su il morale delle truppe. Potete immaginare la felicità di una giovane recluta, che magari un'ora prima aveva visto dei vietnamiti arrostiti dal napalm o qualche compagno ucciso, nel veder scendere dall'elicottero miss febbraio, miss maggio o miss marzo con i loro elmetti protettivi e i loro giubbotti antiporiettili, soavi e sorridenti, pronte a regalar loro una giornata indimenticabile. E molte di queste ragazze ci andavano spontaneamente e senza essere pagate! Ora mi sapete dire cosa c'entra con tutto ciò, con questo retroterra culturale tipicamente americano, questa patinata e volgare versione italiana della rivista? La Riccobono, più abituata a serate vipparole al billionaire di Briatore, andrebbe mai in Afghanistan o in Iraq a fare la lap dance per i soldati italiani? Non credo proprio...

mercoledì 11 marzo 2009 23:51:00 GMT+1  
Blogger alxxx said...

non sei stato definito equino ... ma che sei un troll e' un dato di fatto ... sei il primo su questo blog per questo mi prendo la briga di risponderti, vedo sei "stranamente" molto informato su Eva, la tua (errata, ma non sto a spiegarti perche') citazione sulle conigliette "guerrafondaie" e' distante dal pacifismo di Eva, difficilmente lei supporterebbe le truppe.

se intendi continuare a trollare informati di piu' sulla nomenclatura del tuo odiato Playboy, Eva di fatto non e' una playmate, solo erroneamente puo' esser definita tale, ma di errori ne hai fatti tanti ... quindi uno in piu' uno in meno :)

giovedì 12 marzo 2009 00:19:00 GMT+1  
Blogger Dr.manatthan said...

Allora ci siamo chiariti, non volevo essere brusco.

Sia chiaro che il mio non è un attacco contro Eva, che è bella e dice cose giuste quando la intervistano, ma è contro questa società che sfrutta lei e le sue colleghe per motivi biecamente commerciali. Quindi non sono un troll come tu asserisci, ma esprimo semplicemente una personale opinione.

E poi non ti capisco, cos'è questa mania del pacifismo? Perchè lo sventolate ogni due pe tre? Cosa avete contro i militari? Sono un ex-militare e ti posso dire che soffrivo ogni volta che gli stilisti sfruttavano i disegni delle nostre mimetiche per le loro creazioni fighette! Le nostre mimetiche significavano sangue, appostamenti e paura, e uno si incazza un po' a vederle in dosso a squinzie coscelunghe a cui la massiama tragedia che è capitata nella vita è stata rompersi un' unghia! Un mio collega, durante una missione nel Laos, fu attaccato da un alligatore che gli strappò dal collo il pokemon che gli aveva dato la figlioletta prima di partire e lo ingoiò. Bene, Alessio( si chiama così) affrontò armato solo del coltello l'animale, gli aprì lo stomaco e recuperò il giocattolino della figlia, devastato dai succhi gastrici.Secondo te queste persone meritano di essere ridicolizzate dalle sfilate di Armani, Versace e clown del genere? Suvvia...
A titolo infomativo ti dico che recensisco armi da guerra e non per un noto mensile militare( niente pubblicità, non ti preoccupare).

Ti faccio una domanda: secondo te cosa pensano i genitori di Eva come quelli di altre modelle, veline o showgirls, nel vedere, per esempio, le loro figlie indossare collari borchiati, o che si fanno fotografare senza veli o che si accompagnano a freaks pelati armati di microcagnolini, come ho visto nelle foto qui sotto? Voglio dire, si vede lontano un miglio che quei due tipi sono ambigui, vanno in giro con quelle bestiole usandole come esca, sapendo forse che le donne si fanno intenerire dai cagnolini? Sono forse Dolce&Gabbana? Non so, chiedo...

Ti ringrazio comunque della pazienza e chiedo scusa a tutti se ho distrubato, ma volevo solo esprimere un parere. Questo è il mio ultimo messaggio.

giovedì 12 marzo 2009 14:00:00 GMT+1  
Blogger Mariock said...

al dottor Manatthan

Sono d'acoordo su alcuni principi ma... ritengo che il problema sia inverso... gli stilisti,la televisione,e quelli di playboy sono forti solo perchè riescono adare alla gente ciò che vuole... E la gente continua ad essere stupidamente appesa al filo della pubblicità...Penso dovremmo cercare di insegnare ai nostri figli ad essere forte di fronte a questo... le cose buone in cui credere sono quelle che crescono nel nostro orto... il resto và sempre osservato con un certo distaccamento...e credo che i valori più grandi stanno nelle cose più piccole che troppo spesso vengono date per scontate...

mercoledì 20 maggio 2009 13:04:00 GMT+2  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home